Artsandcraftsassoc

Artsandcraftsassoc

Elimina odori scarico


Gli odori di scarico: che fastidio! I rimedi naturali per eliminare gli odori di scarico​. Uno di questo è rappresentato dal cattivo odore dello scarico della doccia, che arriva direttamente dalle fognature e si propaga ad esempio nella stanza da bagno. Vuoi sapere come eliminare i cattivi odori? Vuoi che il tuo bagno sia sempre pulito e fresco? Il cattivo odore nelle tubature del bagno è uno dei. Anche se il bagno o la cucina sono perfettamente puliti, a volte fuoriesce dagli scarichi uno sgradevole odore che riempie la stanza. La soluzione.

Nome: elimina odori scarico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 53.81 Megabytes

Eliminare cattivi odori tubi di scarico Foto: AdobeStock Vi è mai capitato di sentire un odore sgradevole dalle tubature del bagno o della cucina? I tubi di scarico vengono spesso dimenticati rispetto al resto della casa, infatti si tende a pulire gli elettrodomestici, le superfici, le piastrelle ma non gli scarichi. Se si esegue una manutenzione ordinaria, il cattivo odore non si manifesta, ma ci sono casi in cui la puzza è più frequente, soprattutto quando fa troppo caldo o piove.

Noi di CheDonna. Cattivi odori dai tubi di scarico: scopriamo le cause Detersivi che causano odori sgradevoli Fonte:Istock Photo Gli odori sgradevoli dalle tubature del bagno e della cucina, possono dipendere da diversi fattori, scopriamo quali.

Si consiglia in questo caso di utilizzare un filtro che impedisca ai piccoli residui di cibo di finire nello scolo; detersivi per le pulizie delle stoviglie e non: giornalmente nei tubi scorre acqua, saponi, detergenti per le pulizie.

Esistono, infine, norme specifiche sulle distanze che i loro terminali devono avere dalle aperture più prossime, ma che qui non interessano rispetto al tema trattato.

Un fenomeno fisico Il fenomeno del gorgoglio dei sifoni e del ritorno degli odori dagli scarichi fognari, che, per normali prassi esecutiva, con un collettore orizzontale di raccolta confluiscono, poi, nella colonna verticale, è di intuitiva comprensione. In tal modo si genera una depressione retrostante che richiama aria dalle tubazioni collegate.

Nelle giornate di brutto tempo, allorquando la pressione atmosferica è bassa, gli odori di ritorno dalle tubazioni fognarie hanno poi maggior possibilità di diffondersi, determinando la conseguente fastidiosa e in alcuni frangenti fortemente intensa percezione nei locali di servizio e nelle cucine.

Il fenomeno, peraltro, è accentuato anche, a volte, dagli stessi interventi di manutenzione straordinaria realizzati sugli alloggi, con spostamenti dalla posizione originaria di prossimità degli scarichi dalle braghe dei locali bagni e cucine, anche di numerosi metri, in accordo a una progettazione che deve, ovviamente, tenere conto di più aggiornate logiche distributive delle residenze rispetto a quelle espresse negli impianti planimetrici del passato.

È facile intuire che il problema è da ricercarsi negli scarichi water, lavabi, docce , dunque nel sifone di collegamento dello stesso con la tubatura. La conformazione del sifone è studiata proprio per evitare il ritorno dei cattivi odori, ma spesso si verificano comunque fuoriuscite maleodoranti. Ma non solo: anche le stesse guarnizioni e il materiale sigillante tendono a degradarsi sviluppando essi stessi odori di plastica o silicone; i detersivi ed i saponi, poi, rilasciano sostanze chimiche lungo le pareti di scivolamento, formando leggere patine grasse che, a lungo andare, tendono anch'esse a deteriorarsi ed emanare cattivi effluvi; le incrostazioni dei residui, che aderiscono alle pareti delle tubazioni e che se si presentano in formazione filamentosa, tendono ad assorbire tutta l'acqua.

Dunque la prima misura di prevenzione al fenomeno è quella di controllare il corretto funzionamento degli scarichi e delle tubazioni, eseguire periodici interventi manutentivi di pulizia del sifone per evitare otturazioni e ristagni.

Altro utile accorgimento è quello di evitare di gettarvi prodotti degradabili, come gli scarti di natura organica o, per lo meno, prevedere l'uso di griglie che li possano trattenere senza farli scivolare nello scarico. È buona abitudine, inoltre, evitare grosse quantità di terra quando si lavano le verdure, o sostanze grasse come panna o olio che potrebbero a lungo andare ispessirsi negli scarichi favorendone l'otturazione.


Nuovi articoli: