Artsandcraftsassoc

Artsandcraftsassoc

Normativa scarico fumi caldaia a gas

Posted on Author Goltizil Posted in Multimedia

Dal , con la legge 90, tutti gli. Normativa vigente nel (legge 90/ e Dlgs / agg. legge /​) su canne fumarie e scarichi a parete, caldaie a condensazione e tradizionali, a camera aperta (classe B1) soltanto se disponibile uno scarico fumi in canne la normativa sull'installazione delle caldaie a gas ed in particolare sull'obbligo. Distanze minime scarichi a parete dei fumi della caldaia da balconi e finestre. legge scarico a parete di caldaie e scaldabagno a gas per distanze minime da Per questo motivo, la normativa UNI ha esplicitato tutte le. Lo scarico a parete con caldaia a condensazione è possibile, nel rispetto Come anticipato, la normativa vigente (Legge 90/, articolo 17 bis e Se acquisti una caldaia a gas a condensazione con basse emissioni NOx, la canna fumaria a tetto, lo scarico dei fumi a parete è una soluzione possibile.

Nome: normativa scarico fumi caldaia a gas
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 26.17 Megabytes

In base al tipo di impianto, centralizzato o autonomo, sul tetto o sulle pareti esterne del condominio saranno visibili uno o più comignoli o uno o più sfiati. La funzione della canna fumaria è trasportare i fumi prodotti dalla combustione della caldaia lontano da finestre e aperture. Scarico fumi a parete in condominio: normativa caldaie domestiche La normativa attualmente vigente, il D.

Vediamo i principali casi. Non è possibile scaricare sul tetto, ed è quindi possibile scaricare a parete, se: si sostituisce una caldaia che gi scaricava a parete si sostituisce una caldaia a camera aperta che scaricava in canna fumaria collettiva ramificata un tecnico abilitato valuta che, per motivi tecnici, non è possibile raggiungere il tetto si installa una caldaia a condensazione in un condominio la cui canna fumaria comune non sia predisposta a questa tipologia di caldaia si installa un sistema ibrido composto da almeno una caldaia a condensazione a gas e da una pompa di calore con specifiche caratteristiche Il punto 4 è particolarmente rivelante dato che ormai, per normativa, sono prodotte solo caldaie a condensazione e che è molto facile che la canna fumaria condominiale non sia costruita con materiali idonei al passaggio dei fumi di questo particolare tipo di caldaia.

Canna fumaria esterna in condominio: come e quando è possibile?

Per accedere alle deroghe previste al comma 9-bis, è obbligatorio: i.

I Comuni adeguano i propri regolamenti alle disposizioni di cui ai commi 9, 9-bis e 9-ter. No, devono avere camini separati.

In generale, caldaie diverse producono fumi a pressioni e temperature diverse; se confluiscono nella stessa canna fumaria possono interferire nel processo di evacuazione dei fumi e creare problemi di funzionamento e reflusso. Apparecchi di tipo C e C6 Il collegamento tra apparecchio di tipo C ed il camino, canna fumaria, terminale di scarico, condotto intubato deve essere effettuato tramite condotti di scarico fumi che I condotti di scarico fumi possono essere ispezionabili smontabili per consentire la manutenzione.

Per gli apparecchi diversi dai C6 dove i condotti di aspirazione aria e scarico fumi ed i relativi terminali sono forniti come parte integrante e omologati con gli apparecchi secondo le norme specifiche, è possibile installare i condotti con pendenza negativa se il camino è dotato di camera di raccolta con scarico condensa.

Esempi di designazione EN In alcuni casi, bisogna passare nelle proprietà altrui o chiedere autorizzazioni al comune o altri enti.

In più, per installare una canna fumaria, soprattutto su edifici alti come i condomini, è necessario prevedere un ponteggio, o lavori in corda, e il prezzo sale ancora.

Ma per ognuna di queste categorie esistono delle limitazioni, che andiamo a vedere di seguito.

Caso 1: Riqualificazione energetica di vecchi generatori Il primo caso si riferisce principalmente ai generatori non a condensazione, visto che quelli a condensazione sono trattati più avanti nel caso 4. In realtà questo tipo di generatori è sempre più difficile da trovare. Se scegliete comunque di installare una caldaia non a condensazione fabbricata prima del , per lo scarico a parete della caldaia a gas dovrete dimostrare: che la nuova caldaia ne sostituisce uno rendimento minore installato prima del 31 agosto Della presenza del vecchio generatore deve essere data prova certa, presentando tutte le documentazioni di legge, non basta una semplice prova di acquisto.

In questi casi è possibile scaricare a parete se non esisteva già un sistema di scarico a tetto adeguato alla condensazione, sia esso singolo o ramificato. Se ad esempio la caldaia precedente, non a condensazione, scaricava in una canna fumaria collettiva, la nuova caldaia potrà scaricare a parete se la vecchia canna non è adeguata alla condensazione.


Nuovi articoli: