Artsandcraftsassoc

Artsandcraftsassoc

Scaricare recite natalizie da

Posted on Author Maugami Posted in Software

  1. Recite di Natale per bambini della scuola primaria e del catechismo
  2. MaestraSabry
  3. RECITA & CONCERTO DI NATALE – “Con tutto l’amore che hai”
  4. UN SORRISO PER NATALE - scaricabile

Copioni per recite natalizie - Scuola Primaria, Scuola dell'Infanzia. Guamodì Scuola: Recite per il Natale, una raccolta di copioni da scaricare. - Esplora la bacheca "recite natale" di manglavitimaria su Pinterest. Guamodì Scuola: Recite per il Natale, una raccolta di copioni da scaricare. Copioni per recite natalizie - Scuola Primaria, Scuola dell'Infanzia. Guamodì Scuola: Recite per il Natale, una raccolta di copioni da scaricare. Maggiori. Canzoni di Natale: un cd da scaricare gratis. Canzoni di Natale da Copioni per recite natalizie – Scuola Primaria, Scuola dell'Infanzia – Portale Scuola.

Nome: scaricare recite natalizie da
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 51.86 Megabytes

Per conoscere tutti i dettagli sui nostri copioni clicca qui La maggior parte dei copioni teatrali che trovi in elenco ci sono stati spediti da amici che come te si sono serviti della nostra biblioteca elettronica.

Se quindi hai a disposizione copioni in formato elettronico, non esitare ad inviarceli. Potremmo arricchire il nostro sito con nuovo materiale e soddisfare tante altre esigenze come la tua. Per conoscere il significato dei simboli accanto ai copioni consulta la legenda.

Attenzione : i nostri copioni sono protetti da password.

Il professore esce disperato Maria — Missione compiuta! Insegnante liquidato! Si strofinano la mani ed escono cercando di tirarsi dietro Tranquillini che invece decide di restare. Rientra il professore borbottando a testa bassa. Uno scherzo stupido! Si guarda attorno e con lo sguardo cerca gli alunni.

Ecco i banchi sono di nuovo vuoti. Sono in una scuola o in un manicomio? Guarda fuori In corridoio è tutto normale, tutte le classi sono tranquille.

Recite di Natale per bambini della scuola primaria e del catechismo

Calma, devo star calmo! Entra Calcetti facendo flessioni, entrano i fratelli Rompinetti giocando a carte.

Era scopa! Tu imbrogli! Prendete i quaderni. Si la-vo-ra! Vediamo come ve la cavate con le cose serie.

MaestraSabry

I tre fratelli si guardano con complicità. Maria — Io ne ho visto uno di recente, recente, recente. Di nuovo a perdere tempo?

Maria — Eh no! Ti avevo detto di descrivere un animale.

Tu stai osservando me! Che sciocca non ci avevo pensato! Bada a quello che dici! Siamo noi che prestiamo a lei!

Le abbiamo prestato i pidocchi che avevamo nella scatolina. Maria — Se vuole abbiamo anche dentro lo zaino tre ragni e uno scarafaggio. Il prof, esce urlano con la testa fra le mani. Chiamate i pompieri, chiamate il veterinario, il preside, chiamate tutti! Dopo una superficialissima pulizia strappa il I foglio dal calendari ed esce.

Rientra il professore salutando. Non sai neanche come mi chiamo. Dai non se la prenda! Maria — Da quando è arrivato lei stiamo trascurando gli amici del corridoio.

Prima impariamo a stare insieme e a rispettare le regole. Maria — Per carità! Ogni volta che ci sono state le recite ci siamo annoiati a morte.

Nascondevamo gli astucci dei compagni, mangiavamo le loro merendine… Prof. Quegli antipatici secchioni brufolosi non faranno un bel niente! Maria — Di che parla questa recita?

Ehi Calcetti, in quale squadra gioca un certo Gesù? Mi state prendendo in giro. Maria e Giuseppe, Gesù che nasce a Betlemme! Tutti ne hanno sentito parlare!

Come si fa a conoscere tutti i giocatori stranieri! Avete mai visto uninsegnante di religione? Tranquillini si sveglia. Maria lavava, Giuseppe stendeva, il bimbo piangeva dal freddo che aveva: Sta zitto mio figlio… Prof. Vista la vostra preparazione potete fare i pastori e tu ….

Maria — Io mi chiamo Maria Rompinetti, quindi posso benissimo fare Maria. Chi reciterà la parte di Maria deve avere tutte o almeno una parte di queste qualità. Maria — A posto…. Deve essere sempre presente. Maria — Non si preoccupi, io non mi ammalo mai. Maria — Voglio fare Maria. In coro — Vuole fare Maria. Ci sono tante altre parti interessanti. Moltissime ragazze vorrebbero fare la pastorella.

Il professore rialza la testa. Si strofina la faccia.

RECITA & CONCERTO DI NATALE – “Con tutto l’amore che hai”

Apre la borsa. Tira fuori un pacchetto di caramelle. Legge sulla confezione: Prof. Mi sento meglio. I ragazzi ridono. Il prof. Maria è la madre di Gesù, nato a Betlemme. Tutti lo conoscono?

UN SORRISO PER NATALE - scaricabile

Non è vero! Noi non lo conosciamo; Vangelo e Gesù: questi nomi li abbiamo già sentiti, ma Blasfemo proprio non lo conosco. Mai sentito! Calcetti - Blasfemo! No, sicuramente non gioca più!

Il professore si fa il segno della croce Prof. Giuseppe è il padre di Gesù. Tu vorresti far Giuseppe? Calcetti - No, no! Mi sacrifico io. Da oggi fino a Natale non chiamatemi Bepi, chiamatemi Giuseppe. Principio ovvio carico di conseguenze: nelle recite scolastiche si deve dare tutti gli alunni una parte di importanza simile, tutti devono imparare il maggior numero di frasi possibili.

Ogni alunno deve imparare la parte di uno o due compagni ed essere pronto a sostituirlo in caso di assenza. Sul palco tutti gli alunni devono stare in scena più tempo possibile e la recita deve avere un certo numero di scene corali canzoni o filastrocche.

A teatro si recita. Solo quando gli alunni hanno memorizzato la parte verbale, iniziate le prove in teatro. Ogni alunno deve decidere con quali gesti accompagnare le sue parole e si concentrerà sul tono della voce che deve essere molto forte e più lento del solito. Folletto 1: Oh, tutti i regali sono spariti! Folletto 2: Chi è entrato nella nostra fabbrica e ha portato via tutti i giochi?

Ora i bimbi di tutto il mondo saranno tristi! Folletto 3: Andiamo dal mago dei ghiacciai, lui ci aiuterà con la sua sfera magica a ritrovare i giocattoli.

Folletti: Potente mago, aiutaci a ritrovare i giochi di Babbo Natale! Folletto 4: Chiedi alla tua sfera dove possiamo ritrovarli.

Mago: con le mani sfrega la sfera Sfera magica, sfera fatata, chi ha preso i giocattoli, una strega o una fata? Vedo, vedo…. Nella città che si trova nel deserto, vive una strega che si chiama Sconsolata che è circondata da tanti regali. Per leggere l'intero testo ecco il link. Ed ecco un altro testo, stavolta il protagonista non è Babbo Natale con i suoi folletti, ma Gesù, Maria e l'arcangelo Gabriele. Narratore: C'erano una volta, sulla cima di una montagna, tre alberelli che sognavano pensando a cosa volevano diventare da grandi.

Narratore: Passarono gli anni.


Nuovi articoli: